Mi osservo davanti allo specchio
Sul volto conto le rughe
testimoni  del mio viaggio terreno
ora guardo dentro:
in quell’alternarsi di pensieri
i sentimenti stanno a galla
i cattivi umori affogano e si disperdono
una brezza fresca mi fa rabbrividire la schiena
in quel preciso istante il mio passato
è inghiottito da un’onda fragorosa
Mi ascolto: sento finalmente la mia voce
Pronta per il futuro che mi aspetta

Ph Vanessa Orsi