QUEL CHE RESTA


Ti lascio quel che resta
di questo nostro incontro
Ti lascio attimi da ricordare
e da incorniciare al muro
Ti lascio la tua capacità
di creare vuoto nel silenzio
Ti lascio la consapevolezza
della mia delicatezza
E la tua capacità di avermi
regalato spazi divini
Ti lascio la mia voce
e il mio sorriso
che a tratti hanno riempito
il tuo spirito ed il tuo tempo
Ti lascio la scia
del nostro ultimo abbraccio
Indaffarati a ricercare
l’eco della nostra anima
avvolta nella paura
 
Ph Federica Sorbi

L’AMORE AL TEMPO DEL CORONAVIRUS


Seduta su questa seggiola
il pensiero è costretto a fermarsi
L’isolamento mi riconduce ad
un’esistenza privata
Nel ritiro della mia anima finalmente
non nascondo più chi sono
Vivacità  liberatoria
che mi da’ sollievo
Avevo bisogno di silenzio
Avevo bisogno di camminare da sola
Una abissale esigenza di verità
in una realtà lieve e surreale
L’amore al tempo del “coronavirus”

Ph Federica Sorbi

MARE


Mi accogli rumoroso e spavaldo
senza chiedermi niente
Gelido ed inebriante
Veemenza allo stato puro
La mente si placa planando  
in spazi sconfinati

Ph Alessia Antoni

SORELLA


Non le avevo mai detto quanto le volevo bene
Non c’era mai stata una vera occasione
Non era mai stato il momento giusto
Pensai di chiamarla, ma sapevo che non era necessario
La immaginai distesa sulla sabbia insieme a me
Mi girai verso di lei e mi addormentai tenendola per mano

Nelle foto, le mie sorelle Anna e Laura

IN VIAGGIO CON PAPA’

Nella spumeggiante piazza a scacchi
Hai aperto una partita nuova
Un inedito inizio
Il  ciclo che si rinnova
Arcobaleno di emozioni
L’incanto di una inebriante onda danzante
La magia della musica nel bar degli artisti
Profumo di amore e gentilezza nel chioschetto
affacciato sul mare
Un giorno incantato
Con un amico speciale
Testimone del mio viaggio con papà

Ph Paola Martinelli