Sono unite da tempo immemorabile.
Si sono perse.
In un caldo giorno di agosto la morte le ha ricongiunte.
La lotta, il loro pane quotidiano.
Dura e sempre in salita.
Ritrovarsi è stato scoprire di non essersi mai veramente lasciate.
La connessione era ferma ma non interrotta.
Ora sono ritornate ad “essere”.
Sorriso smagliante ed autoironia fanno di loro un’energia unica.
Anime libere in continuo movimento.
Farfalle leggere che volteggiano alte nel cielo.
Anime variopinte che si esprimono attraverso la melodia del loro cuore.
Fiori allo specchio.

Ph Paola Martinelli